Ti trovi qui:Home»Comunicati Stampa»Mozione Consiglio Provinciale

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi proseguire accetta i cookie. Per saperne di piu'

Approvo
Venerdì, 20 Agosto 2021 12:09

Mozione Consiglio Provinciale

Fratelli d'Italia per il trasferimento dei malati Covid presso il presidio di Pescara

Sarà presentata nel prossimo consiglio della Provincia dell’Aquila, in programma il giorno 23 agosto, una mozione dei consiglieri di Fratelli d’Italia, Vincenzo Calvisi e Gianluca Alfonsi, primi firmatari, che impegna il Presidente della Provincia dell’Aquila, Angelo Caruso, a intervenire presso la Giunta Regionale d’Abruzzo affinché sia pienamente utilizzata la nuova struttura del Covid Hospital di Pescara per il ricovero di pazienti affetti dalla patologia della Sars-Cov2.

Condividiamo le osservazione del Sindaco dell’Aquila, Pierluigi Biondi – dichiarano il Vice Presidente della Provincia dell’Aquila, Vincenzo Calvisi e il consigliere Gianluca Alfonsi -, perché venga pienamente utilizzata una struttura di Pescara realizzata appositamente per accogliere i malati da Covid, con 181 posti letto, 40 dei quali di terapia intensiva, costata ai contribuenti 11 milioni di euro, innanzitutto per favorire il decongestionamento dei presidi della Provincia dell’Aquila, già gravati dall’intenso lavoro di routine ma anche per consentire ai pazienti le migliori prestazioni in spazi appositamente dedicati. Riteniamo che una migliore razionalizzazione dei servizi possa coincidere con una vantaggiosa organizzazione sanitaria sul territorio della Provincia dell’Aquila che maggiormente soffre, con il suo territorio prevalentemente situato in alta montagna, di una serie di carenze derivanti dalla riorganizzazione del sistema ospedaliero”.

Ufficio Stampa

Provincia dell’Aquila

Dott. Patrizio Guerrini

ufficio Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.